top of page

DOPO LE POLEMICHE SU ROCCA CENCIA GUALTIERI RILANCIA SUL VERDE

Presentato il nuovo bando per sfalcio e potature, sullo sfondo restano i dubbi sulla effettiva chiusura di Rocca Cencia
Roma: Sabrina Alfonsi e Roberto Gualtieri alla presentazione del bando 2024-2026 per sfalcio e potature
Sabrina Alfonsi e Roberto Gualtieri

Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri e l'assessore all'ambiente Sabrina Alfonsi hanno presentato il bando 2024-2026 che integra la gestione della manutenzione del verde verticale e orizzontale. Parliamo quindi sia di sfalcio che di potature. Sono previsti 100 milioni di euro per 15 lotti omogenei dal punto di vista della superficie verde. Il bando include le ville storiche, in particolare Villa Ada, Villa Pamphilj e Villa Borghese.


IL BANDO

Il Bando punta sul creare concorrenza basata sulla qualità. Nato dall'interazione con le associazioni di categoria e gli ordini professionali, vuole portare a Roma le migliori competenze nazionali ed europee. Ogni lotto verrà affidato a un'impresa diversa e verrà disincentivata la pratica del subappalto. Le domande potranno essere presentate fino al 4 maggio. Si aprirà, poi, la fase dell'aggiudicazione. I lavori dovrebbero diventare operativi per il 2024.

I punteggi del bando si baseranno sugli aspetti tecnici dell'offerta, disincentivando i ribassi. Viene garantita una riserva del 5% alle cooperative sociali, tenendo conto di quanto approvato recentemente dall'assemblea Capitolina.


All'indomani delle polemiche con la CGIL relative al tmb di Rocca Cencia, Gualtieri rilancia proprio sull'ambiente, puntando sulla qualità del servizio relativo al verde pubblico.


ROCCA CENCIA NON CHIUDE, CAMBIA UTILIZZO

Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, alla cerimonia di chiusura del tmb di Rocca Cencia
Roberto Gualtieri alla cerimonia di chiusura di Rocca Cencia

L'impianto Ama di Rocca Cencia, dopo anni di polemiche, manifestazioni di piazza e ripetute promesse di chiusura, è stato fermato: "Non sarà più un tmb" ha dichiarato il sindaco, che ha proseguito: "il nostro obiettivo era chiuderlo a fine consiliatura. Invece abbiamo anticipato, chiudiamo definitivamente. Basta discariche e tmb".

L'impianto cambierà funzione: "sarà una cosa completamente diversa" spiega Gualtieri "basta andare in altri siti di trasferenza e imballaggio come ad Acilia per vedere che si tratta di passaggi che non determinano il trattamento e il deposito del rifiuto. Non ha nessun impatto. Non è un tmb. Questo è sostenibile e lo si vedrà rapidamente".

Ottime le idee del sindaco, ma c'è da fidarsi? Del resto proprio lui, in campagna elettorale, aveva detto chiaramente che non c'era bisogno di altri termovalorizzatori. Invece ...


IL PUNTO DI VISTA DELLE OPPOSIZIONI

Non molto soddisfatto Nicola Franco, presidente Fratelli d'Italia del VI Municipio: "chiude il tmb, ma qui non verrà un campo da golf. I camion continueranno a entrare e uscire". Franco evidenzia anche la presenza dell'impianto di trattamento rifiuti privato che si trova proprio accanto a quello di Ama e riceve i rifiuti dalla provincia. "Un tema importante su cui aspettiamo risposte".


Critici i cinque stelle Paolo Ferrara, vicepresidente dell'Assemblea capitolina, e Daniele Diaco, vicepresidente della Commissione Ambiente del Campidoglio. "L'illusionista Gualtieri si è venduto la chiusura di Rocca Cencia come qualcosa di programmato, ma sembra che non sia proprio così. Sta uscendo fuori che l'impianto doveva essere chiuso per legge a causa di un malfunzionamento ai biofiltri per la qualità dell'aria. Le emissioni di Roccia Cencia, semplicemente, avevano superato i limiti. La causa del malfunzionamento? Scarsa manutenzione, ovviamente. Altro che grande successo, sbocchi alternativi e chiusura del ciclo dei rifiuti!''.


23 visualizzazioni0 commenti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page