top of page

PROGRESSISTI EUROPEI E SINISTRA LATINO AMERICANA UNITE CONTRO LE DESTRE

Si rafforza la cooperazione politica tra sinistra europea e Sud americana
Sinistra Latino americana ed europea si incontrano a Bruxelles

Da Bolsonaro in Brasile a Vox in Spagna, progressisti, socialisti e democratici combatteranno contro forze di destra, nazionaliste e regressive in ogni angolo del mondo. Questa e' stata la missione comune delineata oggi a Bruxelles dai capi di Stato e di governo progressisti, dai Commissari europei, dagli esponenti della sinistra latino americana e dai leader socialisti e democratici.

Incontrandosi a Bruxelles, in Belgio, i leader progressisti dell'Unione europea (UE) e della Comunita' degli Stati latinoamericani e caraibici (CELAC) si sono incontrati per rafforzare la loro cooperazione politica.

I leader progressisti si sono confrontati su come proteggere le istituzioni democratiche e salvaguardare la giustizia sociale, l'uguaglianza per le donne e la sostenibilita' per tutti i cittadini. All'ordine del giorno anche il cambiamento climatico, la creazione di posti di lavoro, la pace internazionale, il rispetto del diritto internazionale e la necessita' di riformare la governance globale. In vista della prossima battaglia nella lotta contro l'estremismo di destra, tutti i leader hanno augurato il successo al primo ministro Pedro Sanchez alle elezioni generali in Spagna domenica prossima.

Il presidente del Pse Stefan Lofven ha dichiarato: "In tutto il mondo, l'ombra dell'estremismo di destra sta crescendo. Minaccia le nostre istituzioni democratiche. Alimenta la divisione e l'odio. E mette a rischio i progressi raggiunti negli ultimi decenni. Questa e' la lotta che stiamo vedendo in Spagna e per questo auguriamo ogni successo a Pedro Sanchez in vista delle elezioni". Lofven ha aggiunto: "Sono molto grato per la partecipazione dei nostri amici progressisti degli stati latinoamericani e caraibici oggi, cosi' possiamo rafforzare la nostra comune lotta progressista contro l'estremismo crescente.

Vediamo le vittorie in Brasile e altrove, e costruiremo su quel contrattacco. Attraverso la nostra unita', siamo piu' forti.

Ecco perche' stiamo lavorando per rafforzare la nostra cooperazione con i leader progressisti del CELAC. Unendoci, possiamo rafforzare la democrazia globale e creare una transizione climatica equa che crei buoni posti di lavoro e riduca le disuguaglianze. E' cosi' che garantiamo un cambiamento progressivo che avvantaggia tutti e offre risultati per il nostro pianeta".

Al vertice hanno partecipato: Stefan Lofven (Presidente Pse), Olaf Scholz (Germania), Pedro Sanchez (Spagna), Antonio Costa (Portogallo), Frederiksen (Danimarca), Lula da Silva (Brasile), Gustavo Petro (Colombia), Alberto Fernandez (Argentina), Gabriel Boric (Cile), Alicia Barcena (ministra degli Esteri del Messico), Frans Timmermans, Josep Borrell, Jutta Urpilainen (Commissione Ue), Iratxe Garcia (presidente dell'Eurogruppo), Elly Schlein (Pd, Italia), Achim Post (Segretario generale Pse), Giacomo Filibeck (Segretario generale esecutivo Pse).

11 visualizzazioni0 commenti
bottom of page