top of page

BOSNIA ERZEGOVINA: PUTIN CONFERISCE A MILORAD DODIKI L'ORDINE DI ALEKSANDR NEVSKI

L'esponente serbo bosniaco, presidente della parte serba della Bosnia Erzegovina, più volte si è dichiarato vicino a Putin e alla politica estera russa

Il leader serbo-bosniaco Milorad Dodiki con il presidente della federazione russa Vladimir Putin
Il leader serbo-bosniaco Milorad Dodiki con il presidente della federazione russa Vladimir Putin

Il leader serbo-bosniaco Milorad Dodiki, presidente della Republika Srpska, l'entità a maggioranza serba della Bosnia-Erzegovina, è stato insignito dal presidente russo Vladimir Putin dell'Ordine di Aleksandr Nevski, una delle più alte onorificenze della federazione russa. Il riconoscimemto è stato conferito a Dodik "per il grande contributo allo sviluppo della collaborazione tra Federazione russa e Bosnia-Erzegovina, e al rafforzamento della partnership con la Republika Srpska".

Alla fine dello scorso maggio Dodik ha effettuato una visita di alcuni giorni a Mosca, incontrando il presidente Putin, il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov e il segretario del Consiglio di sicurezza della Federazione russa Nikolai Patrushev.

In quell'occasione il leader serbo-bosniaco ha ribadito la stima e l'ammirazione per il presidente Putin che, ha sottolineato, comprende bene la situazione nei Balcani e non lascerà sola la Republika Srpska. E ha detto di ritenere che il mondo unipolare controllato dagli Usa e dall'Occidente vada sostitituito con un mondo multipolare e più equilibrato. Putin nel gennaio 2019, nel corso di una visita a Belgrado, conferì l'Ordine di Aleksandr Nevski anche al presidente serbo Aleksandar Vucic.

17 visualizzazioni0 commenti
bottom of page